CampusForlì #1 Report-fotografia & Trefolo

Il giorno 17 Giugno 2014 si è svolto il Consiglio del Campus di Forlì. La riunione è stata lunga ma tenuta in un clima piuttosto disteso, nonostante siano emerse diverse criticità (con riferimento ai trasferimenti previsti a settembre).

Durante il Consiglio l’attenzione si è concentrata principalmente su due aspetti. Primo, il report di monitoraggio del Campus, una sorta di report- fotografia sullo stato attuale del Campus di Forlì (che è stato redatto/è in via di scrittura) in tutti i campus dell’Ateneo. I rappresentanti degli studenti sono stati attivamente coinvolti nella fase precedente alla stesura del rapporto: è stato richiesto un documento che presentasse segnalazioni e “buoni propositi di cambiamento” direttamente dagli studenti. Il contributo, presentato durante la seduta al Consiglio e condiviso con lo stesso, è stato tenuto in considerazione dalle figure chiave coinvolte e in parte riportato nel documento ufficiale (clicca QUI per maggiori info).

L’altro aspetto sul quale si è concentrato il Consiglio di Campus, al quale ha partecipato anche l’Ingegnere responsabile per UniBo, sono i trasferimenti previsti verso il Trefolo tra settembre e ottobre 2014. Per la prima volta le planimetrie e le piantine della nuova struttura sono state presentate al Consiglio (ma non ancora fornite ai membri). La situazione risulta stazionaria per Economia e Scienze Politiche, che si trasferiscono a sett/ottobre nel Trefolo, mentre è precaria riguardo la Sslmit (vi sono poche e confuse informazioni). Durante il Consiglio abbiamo avuto modo di apprendere che nel Trefolo vi sarà un banco informativo, degli armadietti, alcuni schermi informativi sulle lezioni e uno spazio attrezzato con le macchinette. Nessuna notizia sulla Mensa, se non che dipende da Er-Go.

E’ stata inoltre rinnovata per un altro anno la convenzione che permette di tenere aperte le aule studio in Via Valverde, gestite dall’Associazione Universitaria Koiné Onlus, che ogni anno rischiano la chiusura per mancanza di finanziamenti.  Inoltre, sono stati segnalati al Consiglio la necessità di maggiori spazi per lo studio e per attività di associazionismo presso il Campus di Forlì, la necessità di una maggiore qualità della linea Wifi di Ateneo, la necessità di agevolazioni per spostamenti verso/da Bologna e una maggiore cooperazione tra le Scuole nell’organizzazione di iniziative interdisciplinari e trasversali ai singoli CdL.

 

I Rappresentanti Interassociativo

Annunci

Sslmit e Campus in 3 punti

Abbiamo avuto modo di apprendere le preoccupazioni degli studenti della Ex-Sslmit riguardo ai trasferimenti previsti all’interno del campus universitario di Forlì, più precisamente riguardo il Trefolo e il Labterm.

Abbiamo inoltre partecipato a una riunione informativa presso la sede della Scuola, incontrando e ascoltando le diverse (e numerose) domande degli studenti. Nonostante questo abbiamo pensato fosse utile fare un punto della situazione che vi proponiamo sotto forma delle domande che più spesso ci sono state poste dagli studenti della Sslmit:

1. Quando e dove sarà spostata l’ ex-Sslmit?

Il trasferimento era previsto per l’inizio del prossimo anno accademico: dalle informazioni in nostro possesso (reperite in sede ufficiale) era previsto infatti uno spostamento di tutte le attività che ora si svolgono in palazzo Becchi tra l’edificio del Trefolo e quello di pneumo.

Tuttavia, probabilmente per (i non sorprendenti) problemi di capienza e di tempi di organizzazione dei trasferimenti, sembra che al momento l’idea preponderante sia quella di spostare la Sslimit solo parzialmente su Pneumo e Trefolo: palazzo Montanari rimarrà a disposizione della scuola, come sembra ancora valere per Palazzo Becchi: questa è una novità, che non abbiamo sentito in via ufficiale.

Dalle informazioni di cui siamo in possesso, possiamo prevedere due scenari possibili sul futuro della Ex-Sslmit. Nel primo sia Montanari che Becchi restano e si aggiungono alcuni locali di pneumo e qualche aula al trefolo, compresi laboratori informatici e cabine.

Nel secondo scenario, invece, la didattica sarebbe ripartita tra Montanari, il Trefolo e il padiglione di Pneumo interamente destinato alla Sslimit. Pare che l’asilo verrà spostato altrove e l’edificio ristrutturato con modalità e tempistiche che rimangono (ancora) indefinite. In questo caso Palazzo Becchi non resterebbe a disposizione della sede della Scuola il prossimo anno accademico. Ci interroghiamo se questo secondo scenario sia realistico, vista la data odierna e i tempi necessari per i traslochi e la ristrutturazione/adeguamento dei locali di Pneumo (che per adesso ospita anche un asilo nido).

2. Ci saranno aule attrezzate con cabine di interpretazione nei nuovi locali (per quando palazzo Becchi verra dismesso)?

Le cabine ci saranno, e, come assicurato più volte sia dai responsabili del Campus e della Sede della Scuola, verrà certamente trovata una soluzione a riguardo nel caso in cui dovessero presentarsi degli imprevisti.

Secondo le ultime informazioni in nostro possesso, le aule per la didattica con le cabine di interpretazione saranno situate nel padiglione di pneumologia. Nel Trefolo, invece, ci sarà un’aula molto grande – che dovrebbe sostituire l’Aula Magna di Oberdan – dove saranno presenti delle cabine per eventi e conferenze, non esclusivamente dedicate alla didattica.

Tuttavia, è necessario segnalare la nostra difficoltà di capire dove le cabine saranno realizzate e in che numero.

3. Vi saranno laboratori informatici riservati agli studenti SSLMIT o computer disponibili per lo studio individuale nelle nuove strutture?

Dato che palazzo Montanari non verrà dismesso a breve, il laboratorio al primo piano rimarrà a disposizione degli studenti, con tutti i programmi necessari per la didattica Sslmit. Stesso discorso per la sala lettura al secondo piano e l’aula del LabTerm.

Non è stata palesata, invece, l’intenzione o il progetto di attrezzare i tubi del trefolo con computer dotati dei software specifici necessari agli studenti Sslimit. Con lo spostamento di parte della didattica nel Campus universitario, però, è probabile che un numero più alto di studenti usufruirà del LABIC rispetto ai laboratori presenti a Montanari.

Ricordiamo che gli studenti del Campus di Forlì sono circa 5630 e le postazioni disponibili al Labic 170. I posti studio individuali previsti l’anno prossimo sono circa 420, in linea con quelli disponibili oggi.

Con l’apertura del Trefolo non vi sarà, dunque, un aumento nel numero dei posti studio ma delle aree (speriamo) a disposizione degli studenti posizionate nei tre tubi della struttura.

Quelle che seguono invece sono le domande che abbiamo raccolto e a cui però, come rappresentanti, non abbiamo saputo rispondere. Al momento ci stiamo impegnando a raccogliere nuove informazioni in proposito tra le figure chiave all’interno del Campus.

  • Come verranno distribuite le lezioni dei vari corsi di laurea tra le diverse sedi? Quali aule sostituiranno l’aula Magna e l’aula Mediani? Cambieranno i blocchi delle lezioni?
  • Nel Trefolo ci saranno tecnici disponibili a risolvere eventuali problemi nelle vicinanze delle aule?
  • Dove saranno gli studi dei professori? E l’ufficio Erasmus Sslmit?
  • Dove si terranno le proclamazioni di laurea e i test d’ingresso, vista la dismissione di Magna e Mazzini?
  • Se la mensa sarà aperta sia agli studenti che alla cittadinanza, ci sarà posto per tutti? Ci sarà ancora un’aula aperta a disposizione per mangiare il pranzo portato da casa?
  • Sarà ancora possibile rimanere in università la sera per le prove del teatro organizzato dall’Associazione SSenzaLiMITi?

La rappresentanza ribadisce l’impegno di Interassociativo nel reperire maggiori informazioni e chiarimenti, specialmente in seguito alle indicazioni ricevute da studenti e rappresentanti dei corsi di laurea. Non esitate a segnalarci eventuali dubbi o punti sui quali sono necessari ulteriori chiarimenti.